martedì 26 febbraio 2019

San Faustiniano Vescovo

Sant’Alessandro Patriarca

San Nestore

Nestore dal greco eunestor e significa che ritorna felicemente.

  • Aspettà cu’ ll’ova ‘mpiètto.
  • Sta ‘ncopp’ ‘e spine.

San Porfirio Vescovo

Dal greco porphyreos cioè colore della porpora, rosso.

  • L’è ghjuto ‘o sanghe all’uòcchie.  (è arrabbiatissimo, vede rosso)
  • ‘O ghiànco e ‘o rrusso tràseno p’ ‘o musso. (il mangiare bene e l’aria pura rendono sano e roseo il colorito).

Il 26 febbraio del 1856 nasce la giornalista e scrittrice Matilde Serao.

Il 26 febbraio del 1902 nasce il poeta e commediografo Ettore De Mura.

Il 26 febbraio del 1929 i fascisti uccidono Deodato Bertone che l’anno prima aveva guidato l’occupazione delle fabbriche a Torre Annunziata.

Il 26 febbraio del 1954 muore il poeta Edoardo Nicolardi

Il Sole sorge alle 6:41 e tramonta alle 17:46.

La Luna tramonta alle 8:38 e sorge alle 23:38.

PROVERBIO DEL GIORNO: Quando si mangia, con la morte si combatte.

Piccolo oroscopo del giorno

Ariete: volete fare troppe cose tutte insieme, non va bene

Toro: siete tesi e stanchi dovete fare una scelta;

Gemelli: state migliorando fisicamente ma anche psicologicamente;

Cancro: avete bisogno di calmarvi e riflettere;

Leone: nuove cose in vista;

Vergine: dedicatevi all’amore;

Bilancia: date il giusto valore ai vostri sentimenti;

Scorpione: problemi con chi vi sta intorno;

Sagittario: dovete essere più aperti alle iniziative di chi vi vuole bene;

Capricorno: chiedete l’approvazione a quello che fate;

Acquario: la notte è fatta per dormire, riposate;

Pesci: tanta energia positiva intorno a voi.

RICETTA DEL GIORNO

Lasagna emiliana

Ingredienti: lasagne all’uovo 500g, polpa di vitello macinata 300g, prosciutto crudo 200g, 4 pomodori pelati, 1 carota, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, vino bianco, farina, panna 2,5 dl, parmigiano grattugiato, burro, sale, pepe.

Esecuzione: appassire in burro e poco olio un trito di cipolla, carota e sedano, rosolarvi carne e prosciutto tritati, sfumare con il vino, unire i pomodori spezzettati, salare, pepare, cuocere dolcemente la salsa e, poco prima di spegnere, aggiungere la panna. In abbondante acqua salata in ebollizione lessare le lasagne, scolarle molto al dente e poggiarle sul piano di lavoro leggermente bagnato. Imburrare una pirofila, fare uno strato di lasagne, cospargere di sugo, di parmigiano e proseguire con gli strati fino ad esaurire gli ingredienti. Gratinare in forno già caldo a 180° per circa mezz’ora. Buon appetito.

Palazzo Mazziotti

Di impianto seicentesco, all’interno due colonne neoclassiche abbelliscono la scala. Il suo giardino, attualmente distrutto, era forse il cimitero del vicino convento francescano.

Palazzo Venezia

Residenza degli ambasciatori veneti, fu donato nel 1412 da re Ladislao alla Serenissima, donde il nome. Rifatto nel Seicento e nell’Ottocento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.