Astrologia – affinità di coppia dei Pesci con altri segni – Acquario

Io, mare, sposo te, cielo

La passione pescina, assoluta e tenace, spaventa il navigatore acquariano, che innamorato della sua libertà tenta di sfuggire alla sirena. Ma se cade nella sua rete, non se ne pente …

La gamma delle possibili sfumature pescine è praticamente infinita. In questo segno coesistono una profonda coscienza dell’inarrestabile alternarsi della vicenda cosmica e l’impaziente attesa di un futuro ricco d’entusiasmanti sorprese. Se poi il Pesci sente più perentoria l’influenza nettuniana, il senso dell’infinito si dilata a dismisura, proiettandolo in una dimensione poetica od onirica.

Se invece la voce prevalente è quella di Giove (che, con Nettuno, si contende la signoria del segno e il primato sulla coscienza dei suoi nativi) nel Pesci tende a mietere pingui frutti dalla sorte. A seconda che siano interpretate da Nettuno o Giove, le mutevoli acque pescine possono dare il mistico, il poeta, l’asceta oppure l’intraprendente e fortunato manager (uomo o donna) che, come Mida, trasforma in oro tutto quello che tocca.

Se il cangiante nativo del dodicesimo segno è influenzato da un Nettuno problematico, l’edonismo gioviano rischia di degenerare. Allora lo sperimentalismo del pianeta stimola morbose curiosità erotiche o suggerisce di creare artificialmente dimensioni oniriche col ricorso alla droga o all’alcool. Comunque sia, una cosa è certa: il Pesci vive in funzione dell’amore e per questo anche la più mistica delle nate nel segno emana l’irresistibile carica seduttiva della sirena. Merito soprattutto del talento di mettersi in sintonia coi sentimenti profondi dell’uomo che le sta a cuore. Prima ancora che lui le abbia raccontato la storia della sua vita, lei già conosce la storia della sua anima. Per lei l’amore può essere solo assoluto, tanto che l’intensità dei suoi sentimenti finisce con l’erigere le minacciose sbarre di un’invisibile prigione.

E’ proprio questo il lato della donna Pesci che al libertario uomo dell’Acquario sembra intollerabile. Anche se fa la più ripetitiva e subordinata delle professioni (ma è abbastanza raro!) lui è sempre impegnato a inseguire utopistiche chimere di fratellanza universale, ad elaborare teorie sociali d’avanguardia, ad architettare avveniristiche tecnologie. Non può tollerare che la sua donna gli tarpi le ali. Quindi si comporta da astuto Ulisse per sottrarsi all’incantesimo pescino. Quando naviga in prossimità di una sirena, usa la fredda razionalità come un’invisibile e robusta fune che lo lega saldamente all’albero della libertà. Certo è un peccato, perché l’amore fra la donna Pesci e l’uomo Acquario può essere sconfinato. E può assomigliare a una celebrazione delle nozze mistiche fra le pure, illimitate distese del cielo e le sconfinate profondità del mare. Ma ogni tanto questo miracolo succede. Con la complicità di provvidenziali correzioni astrali.

Siccome Mercurio e Venere non si allontanano mai, rispettivamente, più di 28° e di 48° dal Sole, può avvenire che la Pesci e l’Acquario abbiano questi pianeti in rapporto reciproco di congiunzione. Allora il dialogo tra loro è facilitato dalla stessa lunghezza d’onda di uno dei due canali della comunicazione: quello della mente o quello del cuore. E questi due così diversi vicini di casa condividono allora interessi ed emozioni. Se l’artefice della comunione è Mercurio, la coppia Pesci-Acquario può anche fare a meno delle parole. Ma se è Venere a metterci lo zampino, la sessualità imperiosa ma un po’ fredda dell’Acquario acquista calore e sfumature quando ad accoglierla c’è la profonda, fantastica sensualità pescina. E’, d’altra parte, la donna Pesci non rischia di naufragare nell’infinito mare dei sensi.

Anche come genitori, questi due possono integrarsi bene se Mercurio e Venere li aiutano: nei rapporti coi figli ognuno dà cose che l’altro non riesce proprio a dare. Lei li coccola, li consola e li assiste quando soffrono per le pene d’amore e lui li fa crescere, assumendosi il ruolo d’amico e di guida spirituale. Insomma, la coppia formata da una Pesci e da un Acquario ha ottime possibilità di allevare figli capaci di vivere con altrettanta naturalezza nella dimensione dei sentimenti e in quella della ragione. Il loro rapporto quindi può portare molto lontano: vale la pena di difenderlo. Anche perché una rottura fra loro può procurare molti guai, soprattutto alla Pesci che rischia di disidratarsi a forza di piangere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.