La favola del giorno

Il bambino cattivo

C’era una volta un vecchio poeta, ma un vecchio poeta veramente buono. Una sera, mentre era in casa, il tempo diventò bruttissimo. La pioggia cadeva a scrosci, ma il vecchio poeta se ne stava al calduccio vicino alla stufa dove il fuoco ardeva e le mele cuocevano.

  • Saranno zuppi fino alle ossa quelli che si trovano fuori con questo brutto tempo! – disse, perché era un poeta molto buono.
  • Oh! apritemi! ho freddo, e sono tutto bagnato! – gridò un bambino, fuori; piangeva e batteva sulla porta mentre la pioggia scrosciava e il vento smaniava contro i vetri.
  • Poverino! – disse il vecchio poeta e andò ad aprire la porta.

Lì stava un bambino tutto nudo, l’acqua gli colava giù dai lunghi capelli biondi; se non fosse entrato certamente sarebbe morto in quel cattivo tempo.

  • Poverino! – disse il vecchio poeta prendendolo per mano, – vieni qui, che ti faccio scaldare! Ti darò del vino e una mela perché sei un bel bambino!

Lo era davvero. Aveva gli occhi come stelle luminose e i suoi capelli biondi s’inanellavano con tanta grazia, pur essendo grondanti d’acqua. Pareva un angelo, ma era pallido dal freddo e rabbrividiva in tutto il corpo. Teneva in mano un bell’arco, che però era tutto sciupato dalla pioggia; i colori della bella freccia s’erano tutti mischiati insieme, per la grande umidità.

Il vecchio poeta sedette vicino alla stufa e si prese il bambino sulle ginocchia; strizzò l’acqua dai suoi capelli, riscaldò le manine tra le sue, e gli preparò del vino caldo; allora egli si riebbe, le guance ritornarono rosse, saltò a terra e si mise a danzare intorno al vecchio poeta.

  • Sei un bambino allegro! – disse il vecchio. – Come ti chiami?
  • Mi chiamo Amore! – rispose. – Non mi conosci? ecco il mio arco! io tiro, sai! Guarda, il tempo ritorna bello; la luna splende!
  • Ma il tuo arco è sciupato! – disse il vecchio poeta.
  • Oh! che peccato! – esclamò il bambino, lo raccolse da terra e lo guardò. – Oh, adesso si è completamente asciugato, non ha sofferto danni! la corda è ben tesa! ora lo provo! – Tese l’arco, vi pose una freccia, prese la mira e colpì quel caro, vecchio poeta proprio in mezzo al cuore. – Hai visto che il mio arco non era sciupato! – disse, e ridendo forte se ne andò. Che bambino cattivo! Colpire a quel modo il vecchio poeta che lo aveva fatto entrare nella stanza calda, che era stato così buono con lui e gli aveva dato il buon vino e la mela più bella.

Il buon poeta giaceva sul pavimento e piangeva, era stato colpito proprio nel cuore, poi disse: – Ah! che ragazzo cattivo è Amore! lo racconterò a tutti i bambini buoni perché stiano in guardia e mai giochino insieme a lui, perché può fare del male!

Tutti i buoni bambini, maschi e femmine, ai quali raccontò il fatto, si tenevano ben lontani dal crudele Amore, ma egli li ingannava egualmente, poiché è così abile! Quando gli studenti escono dalle lezioni, egli cammina al loro fianco con un libro sotto il braccio e vestito di nero. Essi non lo riconoscono, perciò lo prendono a braccetto credendolo anche lui uno studente, egli allora scocca una freccia nel cuore di uno di loro. Quando le fanciulle escono dalla casa del pastore, o quando sono in chiesa, anche allora egli le segue. Proprio così! Va sempre dietro la gente! A teatro, si siede sul grande lampadario e arde come fiamma, cosicché tutti credono che sia una lampadina, ma dopo si accorgono di qualche altra cosa.

Corre nel giardino reale e sui bastioni! Ha perfino colpito tuo padre e tua madre in mezzo al cuore! Domandalo a loro e vedrai cosa ti rispondono. Oh! E’ un ragazzo cattivo questo Amore, con lui non devi aver mai nulla a che fare! Egli va dietro a tutti. Pensa, una volta tirò una freccia persino alla vecchia nonna, tanto tempo fa; adesso è passato, ma ella non lo scorderà più. Ah! cattivo Amore! Ma ora lo conosci! Sai com’è cattivo quel bambino!

Hans Christian Andersen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.