Locali storici e tipici napoletani

Scaturchio

Piazza San Domenico Maggiore 19

Dal 1921 la “nuova pasticceria” che affaccia sulla piazza è una meta d’obbligo per i golosi.

L’attività della famiglia risale alla metà dell’Ottocento, con i locali su via Toledo dove fu inventato e brevettato il “ministeriale”, una delizia al cioccolato ripiena di crema al liquore.

Ancora oggi il bar si riempie a prima mattina, quando il caffè ristretto viene accompagnato da cornetti alla crema o, nella versione più recente al cioccolato.

A pranzo si può rimanere abbarbicati al banco per gustare i classici arancini di riso, le frittatine di maccheroni e i rustici, oppure accomodarsi ai pochi tavoli della minuscola sala interna dove è possibile ordinare i piatti del giorno.

Ma è soprattutto la tradizionale pasticceria napoletana – sfogliatelle da manuale, choux grondanti di crema, crostatine alla frutta, babà al rhum, dolci natalizi, come i mustaccioli e i rococò, pastiere – che ha consolidato nel tempo la fama di Scaturchio.

Specialità della casa, lo “zefiro”, un semifreddo all’arancia ricoperto di pan di Spagna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.