Mondo vegetale

Atlante dei funghi

Atlante delle principali specie di funghi commestibili e velenosi, funghi simbionti, saprofiti e parassiti

Agaricus augustus Fries
Atlante dei funghi – Funghi commestibili e velenosi

Classe: Basidiomiceti
Nome scientifico: Agaricus augustus Fries
Sinonimi: Psalliota augusta (Fr.) Quèlet, Pratella augusta (Fr.) Gillet, Psalliota subrufescens (Peck) sensu J. Lang, Psalliota peronata Massee
Nome comune: Prataiolo maestoso

Caratteristiche morfologiche

Cappello: fino a 20-30 cm, carnoso, da globoso ad emisferico espanso, spesso appianato al centro, bruno giallognolo, presto ricoperto di fittissime piccole squame di colore brunastro, ingiallente per sfregamento.
Lamelle: fitte, libere dal gambo, di colore bianco, poi rose, infine bruno-scuro.
Gambo: 10-18 x 2-3 cm, cilindrico, prima pieno poi cavo, più grosso alla base, di color bianco tendente al giallo.
Carne: bianca, bruno rosata alla base del gambo; odore intenso di mandorle amare e sapore dolce e gradevole (non da tutti apprezzato).
Spore: ellittiche, bruno scure in massa.

Agaricus augustus (foto Simonetta Peruzzi)

Commestibilità, habitat e osservazioni

Relazione con l’ambiente vegetale circostante: fungo saprofita. Cresce nei terreni ricchi di humus, dalla primavera all’autunno in boschi e parchi sotto alberi di latifoglie e conifere. Il nome specifico augustus gli deriva dall’aspetto imponente (il cappello può superare i 30 cm di diametro; tra i prataioli, l’A. augustus è la specie che raggiunge le maggiori dimensioni).
Buona Commestibilità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.