GIARDINAGGIO

L’uomo e il giardino. – 1

La relazione esistente tra l’essere umano e la natura diviene sempre più forte in seguito all’evoluzione della società umana e non risponde solo ai bisogni materiali cioè economici ma anche culturali.

Presso i Romani ed i Greci, il giardino era parte integrante dello spazio abitato, allo stesso livello d’importanza della casa propriamente detta.

In epoca medioevali la funzione del giardino era esclusivamente ornamentale ed utilitaria.

Nel rinascimento vi è una importante valorizzazione dei giardini, dove si ricevono gli ospiti e si organizzano feste, ha aperto la strada allo sviluppo successivo dell’arte di costruzione dei giardini.

Alla fine del XVIII secolo nuove correnti di pensiero, contrarie allo stile regolare del giardino classico, e influenzate anche dall’arte dei giardini cinesi, proclamavano il ritorno alla natura selvaggia. 

Ormai è la natura sedicente libera che costituirà l’elemento fondamentale del giardino; l’architettura sarà solo un motivo secondario, con la funzione di sottolineare gli effetti resi dall’aspetto naturale del luogo.

Il giardino romantico ha lasciato a poco a poco il posto a un giardino sistemato in modo naturale.

I giardini all’inglese rappresentano, dopo la seconda metà dell’ottocento, un contributo molto importante in tema di architettura di giardini.

Il giardino ed il suo posto nella vita dell’uomo hanno subìto, come si può constatare, un’evoluzione sensibile nel corso dei secoli; e la sua forma concreta fu determinata dalle differenti epoche storiche. Noi non dobbiamo considerare l’immagine del giardino odierno come qualcosa di statico. L’importanza e la portata di un’evoluzione nell’arte del giardinaggio andranno sempre insieme con le modifiche che si verificheranno nelle loro epoche.

Il carattere di un giardino dipende dalla funzione che si intende attribuirgli. Questa è di tre tipi: economica, microclimatica, umana.

La funzione economica del giardino si riduce nella coltura di piante fruttifere e ortaggi; l’elemento dominante è lo sfruttamento il più intensivo possibile del terreno disponibile. Per ottenere un rendimento elevato da un giardino-orto è essenziale alternare le varie colture.

La funzione microclimatica: un giardino attorno alla casa migliora il microclima e l’igiene dell’abitazione. Il verde ha un effetto rinfrescante e svolge un ruolo nell’equilibrio igrometrico; l’aria che circola tra gli spazi verdi contiene molto meno polvere in quanto le foglie fungono da filtro; le siepi non fungono solo da scudo alla polvere ed ai venti ma anche come barriera contro i rumori; il ruolo della flora nel ciclo dell’ossigenazione è una delle funzioni capitali sul piano dell’igiene.

Il valore umano del giardino risiede nella sua funzione di distensione e nel suo effetto estetico; il giardino deve avere un aspetto un po’ intimo per fornire una sensazione di riposo in tutta libertà e la cosa importante è sicuramente l’isolamento visivo nei confronti del vicinato; ogni giardino deve comprendere un prato destinato allo svago sia degli adulti che dei bambini i quali devono avere una zona dove possono giocare; la vista dell’acqua in giardino come un piccolo bacino oppure una fontana offrirà un effetto distensivo e ha un’importanza considerevole sul piano estetico e microclimatico; per poter approfittare del giardino è importante l’alternanza del sole e dell’ombra durante la giornata. Continua – 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.