BOCCACCIO, NAPOLI E IL “DECAMERON” – 6

LE AVVENTURE PARTENOPEE DI ANDREUCCIO

Anche nel Decameron, del resto, Napoli continua a vivere le sue storie, in un pullulare di eventi e di nomi, ora veri, ora inventati, sempre però capaci di coinvolgere il lettore in un serrato gioco narrativo. La novella quinta della giornata seconda, ad esempio, porta alla ribalta Andreuccio da Perugia, che venuto a Napoli a comperar cavalli, in una notte da tre gravi accidenti sovrappreso, da tutti scampato, con un rubino si torna a casa sua. L’ambientazione tutta napoletana della novella e la sua puntuale toponomastica fanno rivivere una città tentacolare e carica di insidie, nella quale sprofonda la fed ingenua del buon Andreuccio, che alla fine riesce comunque a riparare al danno e alla beffa portando via con sé il rubino sottratto alla tomba dell’arcivescovo.

Continua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.