Curiosando qui e là

Sophia riprende una vecchia rubrica che aveva suscitato notevole interesse e curiosità da parte vostra e vi invita a navigare nel suo sito web di grandi marche www.lemagiedisophiagrandimarche.com

Curiosando qui e là

I formati di pasta

I formati di pasta presenti in commercio erano più di 400 all’inizio degli anni Novanta. Oggi sono circa la metà, considerando le paste classiche, quelle tradizionali e regionali. La produzione industriale infatti sta riducendo progressivamente il numero di formati per esigenze di mercato.

Esistono anche formati fantasiosi e forme strane, che vengono però venduti più all’estero. I tipi più comuni reperibili nel nostro Paese si dividono in queste categorie:

pasta lunga, tra cui, fettuccine, lasagnette, spaghetti, vermicelli, trenette, pappardelle, bucatini, linguine, bavette;

pasta a nido, ovvero tagliatelle, tagliatelline, capelli d’angelo, fettuccine, e tutte le paste che si presentano a matassina;

pasta corta e piatta, e cioè lasagne, farfalle, lasagnette;

pasta corta, dunque maccheroni, rigatoni, pennette, penne, lumache, pipette, sedani, chiocciole, fusilli, garganelli;

pasta piccola, da brodo, come sedanini, pipette, gramigna, maccheroncini, ditalini.

Infine ci sono le paste ripiene: tortellini, ravioli, panzerotti.

ARMANI JEANS

ARMANI JEANS – ARTICOLO 7V5A92_5W73Z – PREZZO LISTINO 210,00 €

OFFERTA 75,44 €

SCOPRI DI PIU’ SU QUESTO E ALTRI ARTICOLI SU www.lemagiedisophiagrandimarche.com

www.lemagiedisophiagrandimarche.com
Sophia, la mia bellissima nipotina, con le sue magie vi trasporterà in un mondo di shopping pieno delle firme più prestigiose e dai prezzi più bassi. Sophia vi aspetta e vi augura buona navigazione.

Curiosando qui e là

Sophia riprende una vecchia rubrica che aveva suscitato notevole interesse e curiosità da parte vostra e vi invita a navigare nel suo sito web di grandi marche www.lemagiedisophiagrandimarche.com

Curiosando qui e là

Basi spaziali

Negli ultimi anni il numero di vettori, razzi e navette spaziali che hanno portato in orbita satelliti, parti di Stazione Spaziale Internazionale, uomini e sonde è stato notevole.

La maggior parte dei lanci sono razzi per la messa in orbita di satelliti per telecomunicazioni, meteorologici e scientifici.

Le basi spaziali da cui partono la maggior parte dei razzi sono: le due basi americane di Cape Canaveral e di Vandenberg, la base europea di Kourou, nella Guaiana francese, le due russe di Baikonur, in Kazakistan, e di Plesetsk nella Russia stessa, la base giapponese di Kagoshima Space Center, nel Mar del Giappone, la cinese di Xi-chang Satellite Launching Center e infine la Sea Launch, una base privata che si trova nell’Oceano Pacifico.

BLAUER

BLAUER – ARTICOLO 2144 – PREZZO IN PROMOZIONE 207,00 € – OFFERTISSIMA 130,32 € – SCOPRI DI PIU’ SU QUESTO E ALTRI ARTICOLI SU www.lemagiedisophiagrandimarche.com

www.lemagiedisophiagrandimarche.com
Sophia, la mia bellissima nipotina, con le sue magie vi trasporterà in un mondo di shopping pieno delle firme più prestigiose e dai prezzi più bassi. Sophia vi aspetta e vi augura buona navigazione.

Curiosando qui e là

VERSACE JEANS – ARTICOLO E1YWAB30_71893 – PREZZO IN PROMOZIONE 179,00 € – OFFERTISSIMA 155,43 € – SCOPRI DI PIU’ SU QUESTO E ALTRI ARTICOLI SU www.lemagiedisophiagrandimarche.com

Sophia riprende una vecchia rubrica che aveva suscitato notevole interesse e curiosità da parte vostra e vi invita a navigare nel suo sito web di grandi marche www.lemagiedisophiagrandimarche.com

Curiosando qui e là

Pubblicità/taxi

Lo spot mutante

Alcuni taxi di New York montano sul tetto un tabellone pubblicitario capace di cambiare il messaggio in funzione dell’ora, del tragitto e della gente incontrata.

Creato dalla Adapt Media, funziona grazie a un computer e a un sistema satellitare che individua la posizione dei taxi e invia via radio al tabellone i messaggi giusti. Un negozio può così chiedere che appaia l’annuncio di un saldo solo sui taxi che passano negli isolati limitrofi. O che lo spot cambi lingua a seconda del quartiere (per esempio cinese a Chinatown).

www.lemagiedisophiagrandimarche.com
Sophia, la mia bellissima nipotina, con le sue magie vi trasporterà in un mondo di shopping pieno delle firme più prestigiose e dai prezzi più bassi. Sophia vi aspetta e vi augura buona navigazione.

Curiosando qui e là

PUMA – ARTICOLO 363627 – PREZZO IN PROMOZIONE 110,00 € – OFFERTISSIMA 42,53 € – SCOPRI DI PIU’ SU QUESTO E ALTRI ARTICOLI SU www.lemagiedisophiagrandimarche.com

www.lemagiedisophiagrandimarche.com
Sophia, la mia bellissima nipotina, con le sue magie vi trasporterà in un mondo di shopping pieno delle firme più prestigiose e dai prezzi più bassi. Sophia vi aspetta e vi augura buona navigazione.

Sophia riprende una vecchia rubrica che aveva suscitato notevole interesse e curiosità da parte vostra e vi invita a navigare nel suo sito web di grandi marche www.lemagiedisophiagrandimarche.com

Curiosando qui e là

Ma troppi bovini sono un male?

Nel mondo vivono 280 milioni di bovini domestici, gran parte dei quali per fornire la carne morbida, venata di grasso, che si ottiene nutrendoli con mais e altri cereali. Si calcola che se le colture destinate a questi cereali venissero utilizzate direttamente per l’uomo, invece che produrre carne, si potrebbe nutrire quasi un miliardo di persone. Le diete sostenute da grandi quantità di carne, insomma sono anche uno spreco.

Catena di sprechi. Nella catena alimentare (cereali, manzo, uomo) a ogni passaggio va persa energia. Solo 11% dei vegetali mangiati dai bovini si convertono in carne. Il restante 89%, che poteva andare direttamente all’uomo, si perde per alimentare le attività vitali dei bovini. Solo negli Usa, il 70% dei cereali coltivati sono destinati al bestiame. i bovini occupano così, anche indirettamente, il 24% delle aree emerse della Terra. Vengono disboscati milioni di ettari di foreste per fare spazio alle mandrie che provocano anche la desertificazione dei terreni più poveri. Mangiando meno carne forse si farebbe di più per la fame nel mondo, e per il pianeta.