SALUTE E BENESSERE – PARTE II

ERBE E PIANTE MEDICINALI

Le erbe a prescindere dalle proprietà nutritive, sono anche apportatrici di innegabili virtù medicinali fin dai tempi più remoti, e sono molto importanti nei trattamenti terapeutici non solo nel campo della medicina naturista, ma anche in quello della medicina ufficiale.

Oggi le erbe medicinali occupano un posto di tutto rispetto nella farmacopea ufficiale, in quanto, lo studio molto approfondito delle erbe dal punto di vista scientifico ha portato a conoscenza con grande precisione sia le virtù curative che quelle preventive di quasi tutte le piante e anche gli effetti nocivi di alcune di esse, poche per essere precisi. La natura ha provveduto a far sì che ogni pianta si trovasse ad avere vari principi attivi intorno alla funzione principale, per conseguenza la stessa pianta è adatta a curare malattie diverse.

DNA SOLUTIONS

Dna Solutions offre formulazioni uniche, studiate per ottenere il maggior beneficio possibile dall’utilizzo dei suoi integratori. Anti-aging, disintossicazione, basificazione, aumento delle difese immunitarie, disinfiammazione, controllo del peso, contrasto dei dolori articolari, controllo dei livelli plasmatici di colesterolo e benessere del sistema cardiocircolatorio sono i nostri obiettivi. Le formulazioni hanno funzione fisiologica e sono ideate per favorire il regolare svolgimento delle funzioni dell’organismo, senza alcuna finalità di cura. La produzione avviene in officine ITALIANE, con materie prime certificate e di ottima qualità. Sia i fitoestratti che le piante officinali utilizzate nella produzione degli integratori vengono coltivate biologicamente in filiera certificata ISO 22000 all’interno del Parco Nazionale del Pollino. I prodotti sono suddivisi in 5 aree che ne identificano le caratteristiche: Anti-Aging, Benessere Quotidiano, Integrazione Funzionale, Integrazione Genetica, Controllo del Peso.

FORMULAZIONI UNICHE PER LA TUA SALUTE

Il nostro team di scienziati lavora quotidianamente al miglioramento di molti aspetti della salute tra cui: anti-aging, disintossicazione, basificazione, aumento delle difese immunitarie, disinfiammazione, controllo del peso, contrasto dei dolori articolari, controllo dei livelli plasmatici di colesterolo e benessere del sistema cardiocircolatorio.

I nostri prodotti sono studiati per favorire il regolare svolgimento delle funzioni dell’organismo, in sicurezza. Infatti, tutti i nostri integratori sono prodotti in officine italiane, con materie prime certificate.

“Attenzione”, “qualità” e “prevenzione” sono le nostre priorità.

PER SAPERNE DI PIU’ VISITA IL SITO: http://www.dna-solutions.it/cosimosaporito

Scuola di cucina – La cucina di una volta

Condimenti

L’aglio, la cipolla, lo scalogno e il porro appartengono alla famiglia dei liliacei.

  1. L’aglio è di un odore forte e di un sapore acuto, ha proprietà aromatiche e stimolanti, ed è un po’ difficile da digerire. Da taluni è ritenuto vermifugo. Viene adoperato sovente nei cibi casalinghi, ma sempre in piccola dose.
  2. La cipolla si adopera moltissimo in cucina. Il gusto è acre-zuccherino. La si mette negli stufati, nei manicaretti, nelle salse, nelle fritture; cotta e condita è un cibo sano e si digerisce bene.Ve ne sono di diverse qualità: la bianca, la rossa e la giallognola di Spagna, molto zuccherina.
  3. Lo scalogno è una specie di aglio cipollesco, che si dice sia proveniente dalla Palestina: ha un sapore meno forte dell’aglio, corregge gli alimenti insipidi, riscaldando lo stomaco e affrettandone la digestione.
  4. Il porro è un legume di gusto zuccherino, mucillaginoso e di buon sapore. Alcuni l’adoperano in luogo della cipolla.
  5. Il cerfoglio. Ve ne sono di tre qualità: il moscato, il crespato ed il comune e tutte e tre ordinariamente servono per condimento sull’insalata, negli intingoli, nelle zuppe d’erbe, ecc. Si digerisce facilmente.
  6. Il crescione. E’ una pianta antiscorbutica e vivace, che cresce lungo i ruscelli e in luoghi umidi.Serve a guarnire gli arrosti marinati con una presa di sale e un pochino d’aceto; si fa in insalata, solo o mescolato; è un pochino pesante allo stomaco.
  7. La cannella. Ve ne sono di tre qualità: la Ceylon, la Cayenna e la Chinese; le migliori sono la prima e la seconda, assai stimolanti. Si impiegano di solito nei liquori, nelle confetture, nella confezione del cioccolato, e misturate con altre droghe nelle pietanze.
  8. Il pepe, che proviene da Sumatra e da Giava, adoperato in piccola dose, è buon stimolante e digestivo. Le persone affette da malattie debbono però astenersene. Ve ne sono di tre specie, bianco, nero e verde.
  9. Chiodi di garofano. Dopo il pepe, il garofano è forte in aroma, e serve a rilevare il gusto e dar buon sapore negli stufati e nelle salse, sempre però adoperato modestamente.
  10. La noce moscata è un frutto originario delle regioni tropicali, ha buon aroma e gusto soave. Si adopera nelle salse, nei manicaretti, nei legumi, nel risotto alla milanese. La sua proprietà stimolante e tonica migliora il gusto nei cibi più insipidi.
  11. Il macis s’adopera in luogo della noce moscata, ma ha minor sapore.
  12. Il prezzemolo. E’ necessario nella cucina e si adopera nelle minestre, negli umidi, nelle salse, nei legumi, nelle fritture, per guarnire le carni, i pesci bolliti ed i rifreddi.
  13. Il timo, la maggiorana, la serpentina, la menta, la salvia, il rosmarino, il basilico. Tutte queste erbe sono di sapore assai acuto ed aromatico e bisogna porne in piccola dose nelle vivande, perché subito se ne risente l’aroma. Nel mese di settembre, in cui hanno maggior profumo, bisognerà coglierle, farle seccare e porle in un sacchetto di carta per servirsene al bisogno.
  14. Lo zafferano. Il migliore è quello che proviene dagli Abruzzi, dove questa pianta ha maggiore aroma. Serve per colorire le paste, il risotto ed altri commestibili.
  15. Le bacche di ginepro si adoperano nei salmis, nelle marinate, nei salumi, nei liquori, ma in piccola dose.
  16. La vaniglia. Pianta sarmentosa, rampicante proveniente dall’Africa meridionale. E’ molto stimolante, ma poco eccitante, aiuta a digerire gli alimenti di cui forma parte ed è di grato sapore. E’ molto usata nei tramezzi zuccherati, nei gelati, nei liquori e nelle confezioni del cioccolato.
  17. Il pimento (peperone rosso). Nei paesi freddi se ne fa molto uso. Seccato lo si pesta, si passa allo staccio di tela e si pone in una scatola chiusa, servendosene al bisogno. Serve per condimento in certe salse od intingoli in piccola dose.
  18. Il lardo, il burro, l’olio d’oliva, il latte, l’aceto, il formaggio, i funghi, i tartufi, il grasso, le alici, le sardine salate, ecc. Alcuni di questi condimenti possono servire d’alimento, ma vanno adoperati in dosi regolari, perché non siano indigesti.
  19. Il sale. Corregge i cibi insipidi, facilità la digestione, essendo stimolante, antiprutido e leggermente purgativo. La buona qualità si  conosce dalla bianchezza ed esposto all’aria la sua superficie non deve coprirsi di polvere.
  20. Una buona miscela di spezie aromatiche si può comporre in casa, mescolando 10 grammi per qualità di timo, di maggiorana e di pepe bianco; 30 grammi di cannella di Cylon, 20 grammi di noce moscata, 10 grammi di chiodi di garofano e 3 grammi di foglie d’alloro. Si pesta il tutto e si passa allo staccio di seta, conservando in una scatola ben chiusa.