Un anno di storia in pillole – 3 – accadde nel 1901

Gennaio

Il 2 gennaio si costituisce a Bruxelles la nuova internazionale socialista.

Il 22 gennaio muore la regina Vittoria d’Inghilterra dopo 64 anni di regno. Le succede Edoardo VII

Il 27 gennaio muore a Milano Giuseppe Verdi.

Febbraio

Il 9 febbraio inizia il censimento generale d’Italia.

Il 14 febbraio Giuseppe Zanardelli è il nuovo Presidente del Consiglio dei Ministri.

Marzo

Il 17 marzo gravi disordini studenteschi a San Pietroburgo.

Il 20 marzo La città morta di Gabriele D’Annunzio viene rappresentata al teatro Lirico di Milano. Interpreti: Eleonora Duse e Ermete Zacconi.

Aprile

L’8 aprile le truppe britanniche occupano Pietersburg, sede del governo boero del Transvaal.

Il 13 aprile lo scrittore Lev Tolstoj chiede con una lettera allo Zar Nicola II chiede di porre fine al regime dispotico e reazionario che opprime la Russia.

Il 19 aprile il re Alessandro I di Serbia promulga una nuova costituzione più liberale.

Il 27 aprile a Venezia è inaugurata la IV Esposizione Internazionale d’Arte.

  • Da Torino prende il via il giro automobilistico d’Italia organizzato dal Corriere della Sera.

Maggio

L’1 maggio scioperi e sanguinose manifestazioni in Russia.

  • Alfred Dreyfus pubblica a Parigi, il suo diario dal titolo Cinque anni della mia vita.

Il 22 maggio l’anarchico Gaetano Bresci, l’assassino del re Umberto I, è trovato impiccato nella sua cella, nel carcere di Santo Stefano. La versione del suicidio trova subito chi la mette in dubbio.

Giugno

L’1 giugno fiocco rosa in casa Savoia: nasce Jolanda Margherita primogenita dei sovrani d’Italia.

Il 16 giugno accordo anglo-tedesco per l’apertura al commercio di tutti i porti e i fiumi della Cina.

Luglio

Il 12 luglio il Consiglio comunale di Trento chiede l’autonomia amministrativa della regione trentina.

Il 17 luglio violente manifestazioni anticlericali in Spagna.

Agosto

L’1 agosto il giornalista Gaston Stiegler torna a Parigi dopo aver compiuto il giro del mondo in 64 giorni. Si complimenta con lui Jules Verne, l’autore di Il giro del mondo in ottanta giorni.

L’11 agosto muore a Napoli Francesco Crispi. Il famoso uomo politico italiano era nato a Ribera nel 1818.

Settembre

Il 6 settembre il Presidente degli Stati Uniti William MacKinley è ferito a morte a Buffalo da Leo Czolgosz, un anarchico americano di origine polacca. Morirà dopo otto giorni e gli succederà il vicepresidente Theodore Roosevelt, che resterà in carica fino al 1909.

Il 7 settembre è firmata la pace fra la Cina e undici potenze. Con la convenzione di Pechino il governo cinese si impegna a pagare 450 milioni di tael come risarcimento per i danni provocati dai boxer agli europei.

Il 16 settembre in Italia, la Gazzetta Ufficiale pubblica il primo regolamento per la circolazione delle automobili su strada.

Il 25 settembre il regno africano degli Ashanti entra a far parte della colonia britannica della Costa d’Oro.

Ottobre

Il 9 ottobre Giuseppe Musolino, il famoso brigante calabrese, è arrestato dai carabinieri. La cattura avviene ad Acqualagna, presso Urbino.

Il 20 ottobre l’attività della facoltà giuridica italiana all’università di Innsbruck è bloccata dagli studenti tedeschi.

Novembre

Il 18 novembre trattato anglo-americano con il quale il governo degli Stati Uniti si riserva diritti esclusivi sulla zona dell’istmo di Panama.

Il 24 novembre prima congresso italiano dei contadini a Bologna: sono presenti 704 delegati in rappresentanza di altrettante leghe.

Dicembre

Il 6 dicembre un progetto di legge per introdurre il divorzio in Italia è presentato dai deputati Berenini e Borgiani.

Il 7 dicembre firma dell’accordo anglo-italiano per la delimitazione dei confini tra Sudan ed Eritrea.

Il 9 dicembre scarso successo della Francesca da Rimini di Gabriele d’Annunzio, presentata al teatro Costanzi di Roma con l’interpretazione di Eleonora Duse.

Il 12 dicembre Guglielmo Marconi invia con il suo telegrafo senza fili un segnale elettromagnetico attraverso l’Atlantico.

Il 20 dicembre A Stoccolma vengono assegnati i primi cinque premi Nobel. I vincitori sono: per la pace, il francese F. Passy e lo svizzero H. Dunant; per la letteratura, il francese Sully Prodhomme; per la fisica, il tedesco W. K. Rontgen; per la chimica, l’olandese J. Van’t Hoff; per la medicina, il tedesco E. von Behring.

Un anno di storia in pillole – 2 – accadde nel 1900

Gennaio

Il 14 gennaio vi fu la prima rappresentazione della Tosca di Giacomo Puccini al teatro Costanzi di Roma.

Il 20 gennaio muore a Brantwood lo scrittore inglese John Ruskin.

Il 24 gennaio avvenne la firma della convenzione franco-italiana per la delimitazione dei rispettivi possessi nell’area del mar Rosso.

Il 30 gennaio muore a Torino lo scrittore Vittorio Bersezio autore della famosa commedia – Le miserie d’monsù Travet – .

Il 31 gennaio “Prima” al teatro Manzoni di Milano di Come le foglie di Giuseppe Giacosa.

Febbraio

Il 3 febbraio viene raggiunto un accordo commerciale fra Italia e Stati Uniti.

Il 26 febbraio alla Camera l’opposizione accusa il governo di servirsi della mafia siciliana in occasione delle elezioni. (mio commento: sono passati 120 anni da allora ma la mafia incide ancora nelle varie tornate elettorali)

Il 27 febbraio viene fondato il partito laburista britannico.

L’Italia è sconvolta da una grave epidemia di influenza.

Marzo

Il 12 marzo il governo dell’Orange sposta la capitale da Bloemfontein a Kroonstadt.

Il 13 marzo Bloemfontein viene conquistata dalle truppe britanniche.

Il 15 marzo Prima rappresentazione a Parigi di L’Aiglon di Edmond Rostand, interpretato da Sarah Bernhardt.

Grande successo in Italia del romanzo Il fuoco di Gabriele D’Annunzio.

Aprile

Il 2 aprile viene approvato il nuovo regolamento della Camera dei deputati e reazioni delle sinstre.

Il 14 aprile a Parigi viene inaugurata l’Esposizione universale.

Il 21 aprile a Torino viene inaugurata l’Esposizione internazionale di automobili.

Il 25 aprile La spedizione al Polo Nord del duca degli Abruzzi raggiunge la latitudine di 86°, 34’, mai toccata in precedenza.

Il 26 aprile muore a Milano il giornalista Eugenio Torelli-Viollier, fondatore e direttore del Corriere della Sera e della Domenica del Corriere.

Maggio

Il 10 maggio inaugurazione del museo archeologico e artistico ordinato nel Castello Sforzesco a Milano.

Il 21 maggio ultimatum al governo cinese di tutto il corpo diplomatico accreditato a Pechino per intimare la repressione della rivolta dei Boxer e chiedere la protezione degli stranieri.

Il 24 maggio lo stato d’Orange è annesso alla Colonia del Capo.

Il 30 maggio la città di Johannesburg viene occupata dalle truppe britanniche.

Giugno

Il 3 giugno elezioni politiche in Italia; avanzata delle sinistre.

Il 5 giugno Pretoria è occupata dalle truppe britanniche.

Il 17 giugno le fortificazioni cinesi di Taku sono bombardate da navi europee, americane e giapponesi in risposta alle azioni dei boxer.

Il 18 giugno dimissioni del ministero Pelloux.

Il 20 giugno i boxer assediano le legazioni europee a Pechino.

Il 24 giugno viene costituito, in Italia, un nuovo ministero presieduto dall’onorevole Giuseppe Saracco.

Luglio

Il 7 luglio il Consiglio dei ministri decide di mandare un contingente di truppe italiane contro i boxer.

Il 9 luglio nasce la Federazione Australiana.

Il 19 luglio partono da Napoli le truppe italiane dirette in Cina.

Il 29 luglio l’anarchico Gaetano Bresci uccide a Monza con tre colpi di rivoltella il re Umberto I. Gli succede il figlio Vittorio Emanuele III.

Agosto

Il 9 agosto si svolgono a Roma i solenni funerali di Umberto I, che viene sepolto al Pantheon.

Il 14 agosto le truppe della spedizione internazionale entrano a Pechino e liberano dall’assedio le legazioni straniere.

Il 25 agosto muore il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche.

Il 29 agosto la corte di assise di Milano condanna all’ergastolo l’anarchico Gaetano Bresci.

Settembre

Il 1 settembre il Transvaal viene annesso alla Colonia del Capo.

Il 11 settembre il duca degli Abruzzi giunge a Cristiania (Oslo) di ritorno dalla spedizione polare.

Ottobre

Il 17 ottobre Bernhard von Bulow diventa cancelliere dell’impero tedesco.

Novembre

Il 6 novembre William MacKinley, repubblicano, viene confermato per la seconda volta Presidente degli Stati Uniti.

Il 12 novembre nasce a Torino la prima università popolare.

Chiusura dell’Esposizione di Parigi.

Dicembre

Il 2 dicembre eccezionale piena del Tevere. I quartieri bassi di Roma vengono inondati dalle acque del fiume.

Il 14-16 dicembre conversazioni Italo-francesi e preparazione dell’accordo franco-italiano per il Marocco e Tripoli.

Il 19 dicembre Lenin fonda a Monaco di Baviera il giornale Iskra (la scintilla).

Il 29 dicembre prima rappresentazione italiana al teatro alla Scala di Milano del melodramma di Wagner Tristano e Isotta.

Arte – Cultura – Personaggi

Sergej Esenin

La poesia

La Russia sovietica scritta nel 1924, un anno prima che il poeta ponesse fine alla sua esistenza, suicidandosi, non è soltanto una fondamentale testimonianza dell’arte di Esenin ma è anche un documento centrale per illuminare la personalità del poeta e per capire la natura del dramma che lo travagliò fino a spingerlo al suicidio. Visceralmente legato al mondo contadino, Esenin è incapace di aderire fino in fondo sia alla vera sostanza ideologica del marxismo, sia alla concretezza della situazione post-rivoluzionaria russa e, mentre resta irreversibilmente ancorato a un generico socialismo messianico-populista, respinge con decisione la nuova realtà industriale che tutto invade e sconvolge. La Rivoluzione è perciò, per lui, un evento ambiguo, vagheggiato ma deludente, carico di infinite potenzialità di riscatto ma tale anche da rivelarsi, a conti fatti, un mostro disumano e disumanizzante, fonte di solitudine e di inappagabili nostalgie per un mondo definitivamente perduto.

Arte – Cultura – Personaggi

Sergej Esenin

Sergej Aleksandrovic Esenin nacque a Konstantinovo nella Russia meridionale nel 1895, da famiglia contadina. Allevato e aiutato negli studi da uno zio, cominciò prestissimo a scrivere versi. Nel 1915 si trasferì a Pietroburgo e nel 1917 aderì con sincero entusiasmo alla Rivoluzione d’Ottobre, salutando in essa l’avvento di un mondo rigenerato e puro, e il prossimo riscatto del mondo contadino (Inonia 1918).

Nel 1921 entrò a far parte del gruppo dei poeti “immaginisti” che perseguivano una poesia ricca di metafore stravaganti. Ma in lui stavano già insinuandosi i primi dubbi sulla effettiva forza rigeneratrice della Rivoluzione, almeno nel vagheggiato senso contadino. Recatosi all’estero (si era sposato con la celebre danzatrice Isadora Duncan) e accortosi, al suo rientro in patria, che la Russia ufficiale quando non lo osteggia lo ignora, attraversa una profonda crisi morale e intellettuale, cui seguono anni di sregolatezze e di scandali, di cui sono testimonianza il poema Confessioni di un teppista (1921) e le liriche di Mosca delle bettole (1924). Il poeta chiuderà tragicamente la propria esistenza, suicidandosi, nel 1925.

Avvenimenti storici

La nascita della Fiat

Nel 1899 la motorizzazione in Italia è allo stato embrionale: numerosi sperimentatori, ma praticamente nessuna industria degna di questo nome (negli Stati Uniti, a titolo di raffronto, la produzione di autoveicoli sarà un anno dopo di 4.200 unità). Mentre in Francia, Gran Bretagna, Germania la “carrozza senza cavalli” ha già una certa diffusione, da noi circolano soltanto centoundici autovetture.

L’unità del Regno è stata proclamata soltanto nel 1861, l’economia è basata anzitutto sull’agricoltura; le attività imprenditoriali, anche quando possono essere classificate come vere e proprie industrie, non hanno le strutture né la rilevanza economica di quelle britanniche, tedesche, francesi. Tuttavia, soprattutto nell’Italia settentrionale, l’esigenza di riguadagnare il terreno perduto è profonda.

E’ in questo clima che a Torino un gruppo di appassionati, nel quale spiccano nomi gentilizi e sono scarsi quelli di tecnici e di uomini con doti manageriali, decide di dar vita a una fabbrica di automobili, la cui filosofia sia quella di fare una serie di macchine e cercare di venderle anziché, come generalmente è sinora avvenuto, sperimentare nuovi ritrovati e allestire prototipi non destinati al mercato.

L’atto costitutivo per la fondazione della nuova industria torinese viene stipulato il mattino del 1° luglio 1899 in via Lagrange, nel palazzo del conte Emanuele Cacherano di Bricherasio: i testimoni oculari raccontano che è lo stesso conte a ricevere i futuri soci, indossando una lunga veste da camera nera con i risvolti bianchi. L’atto notarile ufficiale è rogato l’11 luglio, presso la sede del Banco Sconto e Sete in via Alfieri.

I nove soci fondatori compongono il primo consiglio di amministrazione della società, che risulta così formato: presidente cavalier Ludovico Scarfiotti, vice presidente conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, segretario del consiglio cavalier Giovanni Agnelli, consiglieri: conte Roberto Biscaretti di Ruffia, cavalier Michele Ceriana Mayneri, Luigi Damevino, marchese Alfonso Ferrero di Ventimiglia, avvocato Cesare Goria Gatti, avvocato Carlo Racca. Ad essi, per completare lo staff dirigenziale, si aggiungono il direttore amministrativo e commerciale Enrico Marchesi e quello tecnico Aristide Faccioli, entrambi ingegneri.

La prima denominazione sociale è Società Italiana per la costruzione e il commercio delle automobili – Torino, mutata poco dopo in Fabbrica Italiana Automobili Torino. Da qui la scritta FIAT, dapprima scritta con altrettanti puntini dopo ogni lettera, in seguito senza di essi e senza più alcun riferimento alla denominazione originaria. Continua.

Un anno di storia in pillole

Accadde nel 1899

Gennaio

Il 1 gennaio gli Stati Uniti prendono ufficialmente possesso dell’isola di Cuba.

Il 15 gennaio manifestazione irredentistica a Trieste.

Il 16 gennaio in Etiopia viene conclusa la pace tra ras Mangascià e ras Maconnen.

Il libro di Edmondo De Amicis – La carrozza di tutti – ottiene un grande successo. In tre settimane circa ne vengono esaurite sette edizioni.

Le linotypes vengono impiegate per la prima volta in Italia per la composizione tipografica.

Febbraio

Il 1 febbraio cessa il mandato politico dei deputati socialisti Luigi De Andreis e Filippo Turati, condannati per i moti del pane del maggio 1898.

Il 4 febbraio presentazione alla Camera dei Deputati da parte del governo dei provvedimenti liberticidi.

Il 7 febbraio inaugurazione della ferrovia elettrica Milano-Monza.

Il 17 febbraio muore Felix Faure, Presidente della Repubblica Francese; gli succede Emile Loubet.

Marzo

Il 3 marzo Guglielmo Marconi dimostra all’Associazione degli elettricisti a Londra che è possibile proiettare un fascio di onde elettromagnetiche.

Il 4 marzo viene approvata alla Camera la legge che punisce lo sciopero degli addetti ai pubblici servizi e limita la libertà di riunione, di associazione e di stampa.

Il 12 marzo crisi di governo in seguito alla questione riguardante l’occupazione della baia di Sanmun, in Cina.

Il 26 marzo vengono rieletti nelle elezioni suppletive gli ex deputati De Andreis e Turati.

Il saggio di Lev Tolstoj – Che cosa è l’arte? – è al centro di vivaci polemiche fra artisti e letterati italiani.

Aprile

L’11 aprile il Re Umberto I insieme con la Regina Margherita comincia una lunga visita in sardegna.

Il 16 aprile viene celebrato solennemente il 21° anniversario dell’ascesa al soglio pontificio di Papa Leone XIII.

Maggio

Il 14 maggio avvenne la costituzione del secondo ministero Pelloux (che resterà in carica fino al 24 giugno del 1900) nettamente di destra.

Il 16 maggio viene inaugurata a Como l’Esposizione voltiana.

Il 18 maggio si apre la prima conferenza internazionale della pace all’Aia.

Il 25 maggio alla Camera i deputati della Sinistra applicano per la prima volta l’ostruzionismo.

Eccezionale successo a Milano e a Roma dell’opera teatrale – La Gioconda – di Gabriele D’Annunzio, interpretata da Eleonora Duse e Ermete Zacconi.

Giugno

Il 3 giugno viene annullata dalla corte suprema francese la sentenza contro Alfred Dreyfus e chiesto un nuovo processo.

A Vienna muore il musicista Johann Strauss jr.

Il 12 giugno Da Cristiania (Oslo) parte sulla nave Stella Polare la spedizione al Polo Nord di Luigi di Savoia, duca degli Abruzzi.

Il 30 giugno si svolge alla Camera una seduta molto tumultuosa: violente colluttazioni fra i deputati dei vari schieramenti politici.

Luglio

L’8 luglio un incendio distrugge quasi completamente l’Esposizione voltiana a Como.

L’11 luglio viene fondata a Torino la FIAT (Fabbrica Italiana Automobili Torino).

Agosto

il 14 agosto il Governo Italiano rinuncia all’occupazione della baia di San-mun, in Cina.

Il 20 agosto inaugurazione a Como del primo congresso nazionale dell’educazione femminile.

Settembre

Il 3 settembre muore a Londra, poverissimo, l’irlandese Albert Grant, costruttore della Galleria Vittorio Emanuele di Milano.

Il 9 settembre il secondo processo Dreyfus si conclude con la riduzione della pena a 10 anni di detenzione semplice.

Il 19 settembre il Presidente francese Emile Loubet concede la grazia a Dreyfus.

Ottobre

Il 12 ottobre scoppia la guerra anglo-boera.

Il 14 ottobre viene firmato il trattato di Windsor, in funzione anti boera, fra Gran Bretagna e Portogallo.

Novembre

Il 7 novembre viene inaugurato a Porto Said un monumento a Ferdinand de Lesseps.

Dicembre

Il 2 dicembre i rappresentanti italiani ed elvetici firmano a Berna il trattato per il congiungimento delle ferrovie italiane e svizzere attraverso la galleria del Sempione, i cui lavori di scavo sono cominciati già da un anno.

Dal 9 al 15 dicembre in Sudafrica le truppe britanniche subiscono una serie di dure sconfitte a Stormberg, a Magersfontein e a Colenso.

Il 24 dicembre con la cerimonia d’apertura della Porta Santa nella basilica di San Pietro a Roma ha inizio il Ventunesimo Anno Santo celebrato dalla Chiesa cattolica.

Il 31 dicembre finisce l’anno con la concessione in Italia di una grande amnistia per tutti i reati politici. Riescono quindi a tornare in libertà tutti quelli che erano stati condannati per i moti del maggio 1898.